Bulldog Inglese è un cane da appartamento

Una domanda ricorrente è se il Bulldog Inglese è un cane da appartamento. Anche se questa razza ha cugini un po’ “aggressivi” è in realtà molto docile e sopratutto pigrona. Per questo motivo il Bulldog Inglese è un cane da appartamento perfetto.

I Bulldog Inglesi sono infatti cani molto pazienti, docili, amanti delle coccole e sopratutto della propria famiglia, compresi i bambini con i quali hanno un ottimo rapporto. Hanno un carattere molto equilibrato che li rende davvero ideali per la vita in fimiglia e l’ambiente domestico.

Il Bulldog Inglese, inoltre, anche se qualche volta può divertirsi a giocare, per la maggior parte del tempo preferisce stare in “panciolle” a poltrire. Preferisce di gran lunga passare il proprio tempo sul divano insieme alla propria famoglia riscaldato da un bel po’ di coccole che andare a passaggiare o correre!

Il Bulldog inglese è davvero un cane perfetto per chi cerca una razza da appartamento: docile, calmo, paziente, con poca voglia di muoversi. Inoltre la sua misura (leggi lo standard della razza) permette di tenerlo anche in appartamenti più piccoli.



Bisogna però sempre ricordarsi che il Bulldog Inglese è un cane che adora la compagnia e quindi è bene non lasciarlo mai troppo tempo da solo. Se deve scegliere tra il divano o la compagnia del padrone sceglie sempre la seconda opzione. Se si decide di prendere questa razza per il proprio appartamento è importante fare i conti con il proprio tempo a disposizioni per mettere al Bulldog di avere spesso compagnia.

I Bulldog Inglesi quando raggiungono l’età adulta perdono inoltre molto facilmente il proprio pelo. Quindi sarà all’ordine del giorno ritrovarsi sparsi per casa (è in primis su letti, poltrone e divani) una buona quantità di peli da ripulire.

Per ultimo, il bulldog, anche se docile e paziente è molto geloso del proprio cibo. Quindi non permettere mai a nessuno di giocare con la sua ciotola mentre sta mangiando, altrimenti potrebbe sfoderare la sua antica indole di cane combattente (leggi le origini del bulldog inglese qui).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *